Giornata storica per Brindisi: l’ex Collegio Tommaseo al Comune per 99 anni. Stamattina la firma tra Regione ed Amministrazione comunale

Oggi è stato firmato il contratto di concessione, tra Regione Puglia e Comune di Brindisi, a titolo gratuito per 99 anni per l’ex Collegio Tommaseo. L’ente regionale, proprietario dell’intero complesso, ha ceduto il diritto di superficie all’ente locale con lo scopo di garantire la tutela e la valorizzazione dell’immobile.

Nell’atto è precisato che viene concesso per finalità culturali e turistico-congressuali. La manutenzione ordinaria e straordinaria sarà eseguita dal Comune.

“Questo complesso immobiliare va valorizzato e fa parte degli elementi che contribuiranno a cambiare l’immagine della città – spiega il sindaco Riccardo Rossi -. Proveremo a farlo anche attraverso i fondi del Contratto istituzionale di sviluppo. Ringrazio la Regione per aver reso possibile questo primo passo verso la riqualificazione dell’area”.

8 COMMENTI

  1. Speriamo si recuperi finalmente questa splendida struttura, gemella di quella di Venezia. Ma occorre che la progettualità sia adeguata. Riusciranno i ns eroi?

  2. Che bello si potrebbe incaricare la BMS per il restauro e/o ripristino di tutto lo stabile. I tecnici della BMS potrebbero lavorare per i prossimi 30 anni… a spese nostre!

    • Sono d’accordo, in questa città non c’è questo tipo di cultura…. a meno di farci un centro commerciale 😂😂😂😂 come abitualmente fanno… tanto x “aiutare” i commercianti 😏

  3. Prima di accettare si potrebbe fare un concorso di idee per decidere cosa farne di questa struttura e con quali soldi poi realizzare. In questo modo il sindaco si è caricata una struttura importante e storica, speriamo che non resti abbandonata. Al tempo che passa

  4. Il sinda cocon tutti i cervelloni politici, ma soprattutto quelli tecnici, volendo esprimere maggiore progettualità, potrebbero valorizzare i numerosi immobili (palazzo delle finanze, ex cinema di giulio) anzichè svenderli. Il collegio navale non potra essere nemmeno monetizzato.
    Sindaco il treno lo hai perso imbarcati!

  5. È stata scelta la strada peggiore. Per il pubblico costerà dieci volte che per il privato. E ci impiegherà dieci volte di più che il privato. Mi auguro solo che non venga modificato niente di strutturale. Chi ha disegnato quell’immobile non era uno qualunque.

LASCIA UN COMMENTO