Un’antica masseria a ridosso di Torre Guaceto trasformata in hotel di lusso: 6 indagati

La Procura di Brindisi ha concluso le indagini nei confronti di 6 persone indagate per abuso edilizio. L’inchiesta nasce da un’indagine iniziata nel 2018 condotta dai militari della Guardia Costiera, delegati dal Procuratore Aggiunto Antonio Negro, che aveva portato al sequestro di un’area di circa 30.000 metri quadri in Contrada Scianolecchia, a ridosso della Riserva Naturale dello Stato ed Area Marina Protetta di Torre Guaceto, zona di particolare pregio ambientale e paesaggistica.
L’area rurale in questione, sottoposta a speciale tutela ambientale e paesaggistica e con destinazione urbanistica agricola, e’ risultata interessata da un’intensa attivita’ di trasformazione edilizia di una preesistente masseria, tramite realizzazione di 36 lussuosi mini appartamenti e sala ricevimento a destinazione turistico-ricettiva, per una superficie coperta di oltre 1.600 metri quadri . Da qui l’avviso di conclusione delle indagini emesso dal Procuratore Aggiunto Antonio Negro e notificato a proprietari e progettisti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO