“‘Tutto è Possibile’ ma la trasparenza è imprescindibile”

Comune di Brindisi

Dall’albo pretorio del Comune di Brindisi, abbiamo appreso che, con determinazione n. 780 del 12 giugno u.s., è stato affidato il servizio di comunicazione e promozione del progetto “Tutto è Possibile”, redatto dalla precedente amministrazione e finanziato per oltre 304mila euro.

Ad ottenere l’affidamento del servizio è stata la stessa persona che ha spesso seguito il Sindaco nei suoi impegni amministrativi e che risulta essere la responsabile cittadina di Azzurro Donne della compagine di Forza Italia. L’incarico ricevuto è della durata di circa 8 mesi e prevede un compenso di € 20.500,00.

Non si vuole certo mettere in dubbio di aver proceduto attraverso una modalità di selezione conforme alle normative vigenti, utilizzando la piattaforma telematica per garantire trasparenza e correttezza nel processo di selezione e negoziazione dell’operatore economico. Tuttavia, proprio per trasparenza e correttezza, ci aspettiamo di conoscere, come prevede la legge, quali siano le qualificazioni professionali della vincitrice, l’esperienza e la capacità professionale già conseguita e le “documentate esperienze pregresse del soggetto economico aggiudicatario, che si configurino idonee all’esecuzione delle prestazioni contrattuali”.

Tutto ciò considerata anche l’estrema rilevanza e specificità dell’ambito di riferimento del progetto che è imperniato sulla costruzione di “una città educante partendo dalle carenze relative alla povertà educativa e culturale”.

Riteniamo sia fondamentale che l’amministrazione comunale giustifichi in modo cristallino la scelta effettuata. La trasparenza nella gestione della cosa pubblica è imprescindibile, soprattutto quando, come in questo caso, si tratta di incarichi conferiti a persone che hanno ruoli pubblici in partiti politici della maggioranza di governo cittadino.

I cittadini di Brindisi hanno diritto a sapere se la procedura di selezione è stata davvero imparziale e basata esclusivamente su criteri di competenza e di documentata esperienza nell’ambito di riferimento.

Chiediamo quindi all’amministrazione comunale di Brindisi di rendere pubbliche tutte le informazioni relative a questa selezione, per garantire la massima trasparenza e dissipare ogni possibile dubbio su favoritismi o conflitti di interesse. Solo attraverso una gestione trasparente e corretta possiamo assicurare la fiducia dei cittadini nelle istituzioni pubbliche.”

Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Impegno per Brindisi, Uguaglianza Cittadina, Alleanza Verdi/Sinistra-Brindisi Bene Comune, Movimento Regione Salento, Attiva Brindisi

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO