San Pancrazio Salentino tra bilancio e prospettive. La soddisfazione del sindaco Moscatelli per il quale il 2022 è un anno da incorniciare

Il bilancio del Comune di San Pancrazio Salentino per il 2022 è positivo. Tra fondi del PNRR, oltre 2 milioni di euro intercettati dall’amministrazione, investimenti che superano i 3 milioni di euro finanziati dall’Autorità Idrica per la manutenzione straordinaria dell’impianto di depurazione e per il prolungamento della rete idrica, interventi programmati dalla Asl di Brindisi, progetti da realizzare in collaborazione con la Provincia nonché lavori di ristrutturazione e riqualificazione concordati con Ferrovie Sud Est, al territorio saranno destinati oltre 15 milioni di euro. Parte dei fondi saranno, ad esempio, utilizzati per attivare un ospedale di comunità, per realizzare marciapiedi e parcheggi, per la messa in sicurezza di scuole elementari e medie, per la costruzione di un asilo nido comunale, per sistemare strade provinciali e comunali, 51 delle quali già interessate da interventi di rifacimento. Tra le priorità dell’amministrazione anche la ristrutturazione del campo sportivo con il rifacimento del manto erboso, la digitalizzazione dell’ente, l’efficientamento della pubblica illuminazione per un importo che supera i 2 milioni e 300 mila euro, la realizzazione di impianti di videosorveglianza nonché interventi di valorizzazione del patrimonio culturale che avranno ricadute positive anche sotto il profilo turistico. Grande attenzione, inoltre, alle fasce più deboli. In programma interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’info point per i servizi sociali, la trasformazione di un immobile confiscato alla mafia in un luogo di riscatto sociale, come il centro anti violenza che sarà realizzato con i fondi del PNRR. E poi 100.000 euro di risorse comunali per il canile rifugio. Soddisfatto il sindaco Edmondo Moscatelli che ha sottolineato l’importanza di un atteggiamento propositivo all’interno di un gruppo di lavoro che assume decisioni importanti per il futuro dei territori, nonché dei rapporti fra istituzioni ed enti per il raggiungimento di obiettivi finalizzati al miglioramento della qualità della vita delle comunità.

“Partiamo da una grande opportunità che siamo stati chiamati a cogliere al volo come i fondi del PNRR- ha esordito il sindaco. E’ vero che in questo momento storico c’è una cospicua disponibilità di risorse- ha chiarito- ma è altrettanto vero che per intercettare questi fondi c’è bisogno delle giuste competenze, quelle che il Comune di San Pancrazio ha dimostrato di avere. E’ una cosa che mi inorgoglisce. A questo va aggiunto che abbiamo lavorato per costruire una rete, in termini di relazioni ed interlocuzioni, imprescindibile per accendere i riflettori sul nostro Comune. 15 milioni di euro, in termini di ricadute sul territorio, sono veramente tanti. Il dialogo interistituzionale, la partecipazione ad eventi nazionali che predispongono al confronto fra realtà differenti sono fondamentali per cogliere tutte le occasioni di crescita. Interessante è stata, ad esempio, la partecipazione al congresso nazionale dell’ANCI che si è tenuto a novembre a Bergamo. Molto proficuo è stato il dialogo con Provincia, Autorità Idrica, Asl, FSE. Stiamo lavorando sodo per pianificare e realizzare interventi che a breve miglioreranno la vita dei nostri concittadini. Per il 2023, forti delle sinergie già in piedi e di altre che sapremo mettere in atto, contiamo di proseguire sulla stessa strada e di percorrerla a passo altrettanto spedito. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno lavorato per rendere quello del nostro 2022 un bilancio da incorniciare”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO