Rapina una banca e spende metà del bottino in vestiti per sfuggire alla cattura. Arrestato

LATIANO – Arrestato rapinatore a Latiano. Aveva da poco rapinato la Banca UBI-Carime di Latiano ma è stato rintracciato dai Carabinieri del NORM della Compagnia di San Vito dei Normanni che lo hanno riconosciuto nonostante avesse indumenti diversi da quelli descritti dalla vittima.

L’arrestato è Pasquale Amato, 38enne nato a Torino, in atto sottoposto agli arresti domiciliari presso una comunità del posto, che alle 12 di oggi, disarmato e a volto scoperto, è entrato all’interno della Banca UBI-Carime, che trova in via E. D’Ippolito.

Pasquale Amato
Pasquale Amato

Il malfattore, facendo credere al cassiere di essere armato, si è fatto consegnare da quest’ultimo quanto contenuto nel cassetto dello sportello. Dopo essersi impossessato del bottino, circa 400 €, si allontanava a piedi per le vie del centro cittadino.

Riuscito il colpo, Amato aveva la necessità di non farsi riconoscere e, per riuscire nel suo intento, entrava in un negozio di abbigliamento dove acquistava dei nuovi indumenti abbandonando nel camerino quelli vecchi.

carabinieri

Dopo aver regolarmente pagato, lasciava il negozio ma veniva fermato da una pattuglia a cui non sfuggiva la somiglianza del volto con quella descritta dalla Centrale Operativa, che aveva diramato le ricerche del rapinatore, anche Amato vestiva in maniera differente dall’uomo ricercato. I carabinieri hanno poi recuperato i vecchi abiti di cui Amato si era maldestramente disfatto lasciandoli nel camerino del negozio e ricostruito interamente la vicenda.

L’arrestato è stato tradotto presso la casa Circondariale di Brindisi.

LASCIA UN COMMENTO