Prime mosse dei 5 Stelle tra possibili candidati e diversità di vedute inconciliabili

BRINDISI – Grandi manovre all’interno del Movimento 5 Stelle di Brindisi, sia in vista delle elezioni politiche che di quelle amministrative. Rispetto alle prime, iniziano a circolare i primi nomi di attivisti e simpatizzanti che si propongono per le consultazioni online, le cosiddette “parlamentarie”, che si terranno nei prossimi giorni: oltre all’ex consigliere comunale Stefano Alparone (al quale deve comunque arrivare la mail di conferma della candidatura, dopo quella di acquisizione dei dati), si fanno i nomi di Teodoro Gatti, Daniele Cassano, Loredana Siccardi, Laura Schena e Giovanni Muci, perlopiù appartenenti al Meetup che fa capo a Fabio Leoci e Fabio Mollica, che a quanto pare avrebbero adesso dalla loro parte anche Alparone, al quale Mollica ha garantito pubblicamente il proprio “sostegno elettorale”.

Le intenzioni di presentarsi alle prossime amministrative con un’unica lista, tuttavia, sembrano variate: infatti, anche l’altro Meetup, quello dal quale esce il consigliere regionale Gianluca Bozzetti (oltre a Stefano Alparone), potrebbe decidere di presentare una propria lista, con annesso candidato Sindaco. Se ciò dovesse accadere, si ripresenterebbe dunque la situazione già vista lo scorso anno, allorquando i due gruppi non trovarono un accordo, e ciò indusse Fabio Mollica a fare un passo indietro rispetto alla candidatura a Sindaco.

Insomma, un libro ancora tutto da scrivere, che potrebbe riservare colpi di scena, come ad esempio la mancata certificazione di una delle liste da parte del Comitato di garanzia del Movimento. Di certo, al momento, c’è che l’unità prospettata non è più così scontata.

LASCIA UN COMMENTO