Parlerà brindisino il nuovo ponte che sarà ricostruito a Genova: alcune pile dell’ex “Morandi” stanno partendo dalla Scandiuzzi di Brindisi verso il capoluogo ligure

BRINDISI – Parlerà brindisino il nuovo ponte che sarà ricostruito a Genova.  Alcune pile dell’ex ponte Morandi drammaticamente spezzatosi in due il 14 agosto del 2018 stanno infatti partendo dal porto di Brindisi alla volta di Genova grazie al lavoro delle maestranze della Scandiuzzi spa che da anni operano nella nostra zona industriale. L’azienda metalmeccanica che ha la sede principale a Volpago (TV) dal 1995 ha uno stabilimento anche nella nostra città dando lavoro a diverse decine di lavoratori che hanno acquisito, negli anni, competenze specifiche. La riprova è data da questa notizia che coniuga l’ottimo lavoro realizzato a Brindisi e la buona dotazione del porto che sta permettendo, in queste ore, di caricare le diverse pile del nuovo ponte su apposite zattere. I conci di pila formati da tre elementi e per un peso totale di 100 tons cadauna stanno partendo in queste ore alla volta del porto ligure. Questi conci sono gli elementi sui quali si poserà il ponte stesso e hanno un importanza strategica per la costruzione dell’importante opera. Lo stabilimento Scandiuzzi di Brindisi sta dimostrando, ancora una volta, le enormi potenzialità dell’azienda stessa coniugata ad un supporto logistico di primo livello. La stessa società è vicina anche allo sport della nostra città dal momento che dalla scorsa stagione è uno degli sponsor di riferimento della Dinamo Basket Brindisi, unica formazione di pallacanestro che disputerà un campionato di serie C. Il direttore dello stabilimento di Brindisi Ing. Nicola Parisi è davvero entusiasta per questa commessa con la speranza che il nostro territorio possa crescere ancora grazie alle tante opportunità che possono svilupparsi nel territorio.

Dario Recchia

LASCIA UN COMMENTO