Nuovo Teatro Verdi: parte la campagna per i nuovi abbonati

Prosegue la campagna abbonamenti per la stagione teatrale 2018-19 del Teatro Verdi di Brindisi. Dopo l’apertura dedicata ai rinnovi, partonolunedì 17 settembre, infatti, i nuovi tesseramenti all’intera stagione, un format ispirato alla storia artistica di Lucio Battisti, denominato «Pensieri e Parole», che comprende i 13 titoli in cartellone. Un ricco carnet di proposte che attraversa epoche, stili e generi, fra tradizione del classico ed esplorazione dei territori artistici più vivaci dalla scena contemporanea. L’abbonamento «Pensieri e Parole» (13 spettacoli) ha il costo di 275 euro nel primo settore, 245 euro nel secondo, 200 in galleria. Restano confermate le agevolazioni per gli studenti fino a 25 anni, 100 euro in tutti i settori, e per i ragazzi fino a 12 anni (e gruppi scolastici di almeno 15 studenti), 75 euro in qualsiasi settore.

Come ogni anno, all’abbonamento completo si aggiungono due proposte più “light” che comprendono ciascuna sei titoli. Anche in questo caso l’ispirazione arriva dalla musica, quella di Lucio Battisti e Lucio Dalla, protagonista nell’ultimo spettacolo in cartellone: «Emozioni» e «Futura». L’abbonamento «Emozioni» include i seguenti spettacoli: «La musica fa crescere i pomodori», «Le ba. L’Italia balla dal 1940 al 2001», «La notte poco prima delle foreste», «Parenti serpenti, «Hairspray. Grasso è bello», «L’importanza di chiamarsi Ernesto». «Futura» i titoli: «L’abito nuovo», «Aggiungi un posto a tavola» (30 gennaio), «Pensaci, Giacomino», «Don Chisciotte», «Tutto il mondo è un palcoscenico», «Lucio incontra Lucio». Le due tipologie hanno il costo di 140 euro nel primo settore, 125 nel secondo, 102 in galleria. Per gli studenti 60 euro, per i ragazzi fino a 12 anni 38 euro, in ogni settore del teatro. «Emozioni» e «Futura» saranno disponibili da lunedì 8 a venerdì 12 ottobre per le conferme (senza tuttavia prelazione sul posto) dei vecchi abbonamenti parziali («La dolce vita» e «La grande bellezza»), mentre da lunedì 15 ottobre saranno a disposizione per tutti gli interessati.

I due abbonamenti parzialinon comprendono «Sento la terra girare», spettacolo con Teresa Mannino in programma il 17 gennaio 2019, ma agli abbonati è data priorità per l’acquisto del biglietto.Infine, a partire da lunedì 22 ottobre sarà possibile acquistare i biglietti per tutti gli spettacoli in cartellone.

Aperture botteghino

Per il mese di settembre, il botteghino del teatro sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Gli orari di apertura sono dalle 11 alle 13e dalle 18 alle 20(info tel. 0831 562 554).

La stagione

La nuova programmazione contiene alcuni espliciti richiami alla storia della letteratura, che traccia la sua influenza in diversi titoli del cartellone: la proposta artistica rafforza e consolida il teatro nel suo essere “luogo” di confronto costante con la scena contemporanea, estendendo lo sguardo, oltre che alla letteratura, anche al teatro musicale, al comico d’autore e al musical. Le scelte del direttore artistico, Carmelo Grassi, si confermano orientate sulla qualità delle produzioni: beniamini del pubblico, maestri della scena, testi classici, commedie e nuovi autori sono i protagonisti della nostra “storia” che inizia a novembre e si conclude a marzo. I nomi del migliore cinema italiano sfidano la scena accanto ai grandi artisti dello spettacolo dal vivo: Peppe Vessicchio e «I solisti del Sesto Armonico», Teresa Mannino, Pierfrancesco Favino, Gianluca Guidi, Leo Gullotta, Lello Arena, Alessio Boni, Serra Yilmaz, Marcello Prayer, Giampiero Ingrassia, Emilio Solfrizzi, Antonio Stornaiolo e Sebastiano Somma, sono solo alcuni dei protagonisti che formano il nuovo cartellone del Verdi.

LASCIA UN COMMENTO