Mesagne. Dopo aver scavalcato il muro perimetrale di recinzione, ha sfondato la porta d’accesso di una villa

MESAGNE – I Carabinieri della Stazione di Latiano hanno tratto in arresto in flagranza di reato Recchia Antonio 58enne del luogo, per il reato di tentato furto aggravato all’interno di una villa storica, ubicata in contrada Corcioli, in agro di Mesagne al confine con il territorio di Latiano. L’uomo, dopo essere penetrato all’interno della villa scavalcando il muro perimetrale di recinzione, ha attivato il sistema di allarme che ha permesso a un operatore dell’istituto di vigilanza di sorprenderlo e bloccarlo nel cortile del caseggiato dove si trovava. Il vigilante ha consegnato l’uomo alla pattuglia dei Carabinieri nel frattempo giunta. Dal sopralluogo e dagli accertamenti successivi è emerso che l’arrestato, dopo aver scavalcato la recinzione esterna del parco, ha sfondato la zanzariera e la porta di accesso della villa al fine di accedervi, facendo così scattare i sensori. Il 58enne, gravato da diverse vicissitudini di natura penale, dopo le formalità di rito è stato condotto nella sua abitazione e sottoposto al regime degli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO