Mediobanca: D’Attis (FI), mani francesi sull’Italia, Governo cosa dice?

“Mediobanca controllata al 14% da investitori d’oltralpe, Crédit Agricole che punta a Ubi, appetiti francesi anche su Generali. Il sistema bancario e assicurativo italiano non può diventare terra di conquista: il governo faccia chiarezza sui movimenti in corso, a partire da quelli relativi a Mediobanca e Generali”.

Così il deputato di Forza Italia Mauro D’Attis annunciando un’interpellanza urgente anche alla luce delle recenti indiscrezioni circa le strategie di Leonardo Del Vecchio.

“La grande finanza francese ha già dato prova di essere interessata al patrimonio economico italiano ed il nostro Paese non è stato in grado di rispondere adeguatamente in difesa degli interessi nazionali. Evidentemente non c’è la consapevolezza dell’importanza dell’indipendenza e la presenza in Italia di soggetti di primo piano a livello europeo e mondiale come Generali. Lo storico istituto assicurativo, tramite Del Vecchio, farebbe gola ad Axa: con la mia interpellanza chiedo al Governo se è al corrente della crescente influenza straniera su Mediobanca, se sono state rilevate procdeure anomale nell’evoluzione del quadro azionario di Mediobanca e di Generali e se sono state rilevate procedure anomale, e se, soprattutto, l’esecutivo è intenzionato a tutelare l’interesse nazionale evitando che il controllo di Assicurazioni Generali possa finire in mani straniere tramite l’operazione messa in campo da Del Vecchio”, conclude D’Attis.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO