Lo scrutatore/candidato: “Non sapevo dell’incompatibilita’. Appena l’ho appresa, sono andato via da solo: nessuno mi ha allontanato”

BRINDISI – “Non sapevo che fossi incompatibile. Mi sono trovato nel seggio n.70, ieri pomeriggio, in qualità di rappresentante di lista, quando è venuta a mancare una delle scrutatrici e, alla domanda su chi fosse il più anziano, mi sono fatto avanti”.

Sono le prime dichiarazioni di Damiano Monaco, ex dipendente comunale, lo stesso che oggi si è ritrovato sulle cronache dei giornali on line per essere stato costretto ad abbandonare il seggio dove ieri era stato nominato scrutatore supplente.

“Mancava una persona – racconta a newSpam – ed il presidente ha dovuto sostituirla. C’ero io come più anziano tra i presenti ed ho accettato, anche perché nessuno mi ha chiesto se fossi incompatibile. È vero, ho firmato una carta, ma non l’ho neppure letta. E con la stessa ingenuità ed in totale buona fede sono stato io stesso oggi, parlando col presidente, a dire che ero candidato al consiglio comunale con il Movimento Nazionale per la Sovranità. Nessuno mi ha allontanato: sono stato io ad andar via dopo aver appreso che c’era una irregolarita’”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO