L’architetto Lopalco completa una Giunta marcatamente ecologista e di sinistra

BRINDISI – L’architetto Roberta Lopalco chiude il cerchio sulla squadra di Governo che sarà presentata domani mattina a Palazzo di Città. La professionista nata nel 1973 e residente a Brindisi, con alle spalle l’esperienza politica nel Comune di Francavilla come Assessore all’Urbanistica, una candidatura alle regionali a supporto di Michele Emiliano e incarichi lavorativi di rilievo, si occuperà di Rifiuti ed Ambiente, deleghe che in un primo momento si pensava potessero essere trattenute dal Sindaco. La Lopalco attualmente è la progettista della “Porta della Riserva”, il progetto riguardante Torre Guaceto che prevede un’evoluzione spintamente ecologica dell’oasi brindisina. In passato l’architetto ha lavorato varie volte come consulente per conto del Consorzio di Torre Guaceto, ma ha collaborato anche con il Comune di Brindisi per la redazione del Piano Strategico dell’Area Vasta Brindisina, così come con vari Gal pugliesi, in quanto esperta di valorizzazione delle risorse naturali, di rigenerazione urbana e di conservazione di contesti ambientali degradati.

La forte impronta ecologista del prossimo Governo cittadino, come nelle aspettative, dovrebbe quindi essere garantita, così come marcatamente di sinistra è la scelta di affidare il ruolo di Vice-Sindaco, oltre che la delega all’Istruzione ed ai Servizi Sociali, alla Preside dell’IPSIA Ferraris, Rita Ortenzia De Vito, che in questi anni si è distinta particolarmente per l’attenzione verso le fasce deboli ed emarginate della comunità, partecipando assieme ai suoi ragazzi a progetti ministeriali (aggiundicandosi anche riconoscimenti) che hanno avuto come focus l’integrazione e la diffusione delle pratiche artistiche e culturali.

Per il resto, sembrano confermati gli altri nomi, con i due tecnici “Vendoliani”, ovvero Roberto Covolo (coordinatore del progetto Bollenti Spiriti ed ideatore dell’ExFadda) e Dino Borri (professore universitario dell’area ingegneria civile e architettura dell’Università di Bari e collaboratore in passato dell’Assessore regionale all’Urbanistica Angela Barbanente), che si occuperanno rispettivamente di Programmazione Economica e di Urbanistica; con Oreste Pinto, funzionario dell’Agenzia delle Entrate, che dovrebbe ricevere la delega allo Sport, alle Attività Produttive ed ai Beni Monumentali; con l’avvocato Tiziana Elena Brigante che dovrebbe occuparsi di Infrastrutture e Trasporti; con l’avvocato Mauro Masiello che dovrebbe maneggiare la delicata materia degli Affari Legali; e con il dottore commercialista Cristiano D’Errico che dovrebbe gestire le finanze dell’Ente.

Una squadra di governo, dunque, con tante professionalità conosciute in città, che pende chiaramente verso sinistra e che raccoglie “contaminazioni” esterne in ruoli chiavi come l’Urbanistica, ambito dove i forti interessi – anche in vista del redigendo Pug – richiedono un approccio asettico che probabilmente può garantire meglio un professionista “forestiero”.

Andrea Pezzuto

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Era ora che si rivedesse la sinistra in città al posto di quella taroccata di Renz, di cui Rosy Barretta era sostenitrice.

LASCIA UN COMMENTO