Industria: “Patuanelli venga in Parlamento per informativa su Versalis Brindisi”

“Abbiamo inviato una lettera alla presidente della Commissione Attività Produttive della Camera, Barbara Saltamartini, per chiedere l’immediata convocazione del ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, per un’informativa in merito chiusura della Versalis Spa di Brindisi. Lo scorso 20 maggio il sindaco di Brindisi dell’esercizio dell’impianto di cracking dell’impresa. Il provvedimento ha prodotto inevitabilmente la fermata immediata dell’intero Petrolchimico, coinvolgendo, oltre a ENI Versalis, tutte le altre Società coinsediate – Enipower, Basell, Chemgas, BSG, ENI Rewind – e tutte le aziende dell’indotto per oltre 1.500 lavoratori. La decisione ha provocato l’immediata reazione contraria di tutte le sigle sindacali che hanno segnalato l’arbitrarietà dell’operato del sindaco, addirittura ventilando la sussistenza del reato di procurato allarme. Stiamo parlando di una realtà di vitale importanza per l’intera provincia di Brindisi, anche in relazione al fatto che ENI è una azienda strategica partecipata dello Stato. Il governo deve prendere immediate iniziative”. Lo affermano in una nota congiunta i deputati di Forza Italia Mauro D’Attis e Paolo Barelli.

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Quindi è favorevole a che le industrie, così come hanno fatto in passato, continuino ad inquinare tranquillamente, continuino a procurare malattie e morte, senza dover mai rispondere del loro operato? Per inciso, il Sindaco è responsabile della salute dei suoi cittadini ed ha quindi la facoltà di assumere decisioni, anche gravi, al fine di preservarne il benessere,assumendosene la responsabilità, cosa mai accaduta in passato. Ma per fare questo ci vogliono attributi, schiena dritta e coraggio.

  2. Proponga un’alternativa sig. D’Attis, ad agire così come fa lei siamo tutti bravi. Quoto in pieno il coraggio e la preparazione del Sindaco Rossi.

LASCIA UN COMMENTO