Giornata del 12 dicembre dedicata alle persone scomparse

In occasione della “Giornata Nazionale delle Persone Scomparse” del prossimo 12 dicembre e nell’ambito delle attività di sensibilizzazione di tutte le componenti della società civile, la Prefettura di Brindisi ha organizzato stamane (11 dicembre 2020) una riunione di confronto, in videoconferenza, con i Comandi delle Forze di Polizia e gli Enti maggiormente coinvolti nelle operazioni di rintraccio, finalizzata ad avviare le interlocuzioni propedeutiche all’aggiornamento della vigente pianificazione territoriale volta a favorire le attività di ricerca delle persone scomparse.  Si è voluto fornire, in tal modo, un segnale concreto di vicinanza delle Istituzioni a tutti coloro che vivono o hanno vissuto in prima persona il dramma della scomparsa di una persona cara, ribadendo l’attenzione della Prefettura e delle Forze dell’Ordine sulla tematica della ricerca delle persone scomparse, in particolare per quanto concerne i minori, gli individui con difficoltà psico-fisiche e gli anziani affetti da malattie neurodegenerative.  La riunione è stata anche l’occasione per monitorare e comprendere l’entità del fenomeno nel contesto provinciale, dove, degno di rilievo è il fenomeno degli allontanamenti dei minori stranieri non accompagnati dai centri di accoglienza a cui vengono affidati. Al riguardo, si evidenzia che dal 2007 ad oggi, in Italia, si sono registrate 175.545 denunce di persone scomparse. 128.749 sono state le persone successivamente rintracciate mentre in 46.796 casi le ricerche non hanno ancora consentito il ritrovamento. La regione Puglia risulta al settimo posto in Italia come numero di denunce di scomparsa, con una percentuale pari al 6% circa dell’intero territorio nazionale. Per quanto concerne la provincia di Brindisi, nell’anno in corso, si sono registrate 40 denunce di persone scomparse. In 5 casi si è riusciti a rintracciare lo scomparso; in un caso il ritrovamento è avvenuto dopo che la persona scomparsa si era tolta la vita. 34 delle denunce di persone scomparse registrate nel 2020 hanno riguardato minori stranieri non accompagnati, che si sono allontanati dai centri di accoglienza a cui erano stati affidati. Il dato del 2020 è in crescita rispetto al 2019, allorquando si sono registrate 21 denunce di persone scomparse, che in 17 casi hanno riguardato minori stranieri non accompagnati. In 5 casi, alla denuncia di scomparsa è seguito il ritrovamento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO