FIOM CGIL Brindisi su stato di agitazione lavoratori Revisud

Grave situazione con stato di agitazione per i lavoratori della REVISUD SrL, per il mancato pagamento della mensilità di Dicembre e tredicesima, rinviato solo con “promesse” al nuovo anno. Non è possibile colpire la dignità dei lavoratori che hanno tenuto una grande pazienza anche nei mesi precedenti per i ritardati pagamenti delle retribuzioni, e dei versamenti al fondo COMETA, PDR ecc.. I lavoratori della REVISUD SrL, hanno detto basta, non si può tornare a casa a Natale e Capodanno senza un euro in tasca, non si può tornare a casa comunque nel normale fine mese senza un euro, ma nel periodo delle feste Natalizie è una offesa insopportabile alla dignità umana delle famiglie che vivono di lavoro e solo di lavoro. Pertanto i lavoratori sono in stato di agitazione e continueranno ad esserlo fino a quando non cesserà questa incresciosa situazione. Come FIOM CGIL Brindisi, chiamiamo l’azienda ad assolvere alla sua funzione e di saldare subito le spettanze ai lavoratori, altresì chiediamo che gli organi preposti al rispetto delle regole, delle leggi e dei contratti si attivino per la risoluzione del problema ed in particolare chiediamo alla committenza di svolgere una funzione di controllo e rispetto delle regole nell’affidamento degli appalti.

ANGELO LEO

Segretario Generale FIOM CGIL Brindisi

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO