Far west in città, due rapine e ferimento di uno dei malviventi: arrestati in due

BRINDISI – E’ successo tutto in meno di due ore: due tentate rapine, sparatorie, arresti e ferimenti. Il primo espisodio è avvenuto presso la storica gioielleria Fischetti di Corso Garibaldi, l’altro alla tabaccheria di via Tevere, nel rione Perrino di Brindisi. In entrambi i casi è quasi certo si tratti della stessa banda.

La prima in ordine temporale, è stata la rapina del centro, attorno alle 17:30, o meglio, tentata rapina. rapina fischetto 2Sì, perchè i malviventi pare non abbiano rubato nulla. Stando alle prime ricostruzioni, infatti, il proprietario della gioielleria avrebbe reagito alla volontà di furto dei malfattori, mettendoli in fuga. Questi, però, prima avrebbero risposto al fuoco, ferendo alla gamba un cliente della gioielleria, ma pare si tratti di ferita lievissima. I malfattori entrati in azione erano in tre, col volto coperto, e sono riusciti a dileguarsi tra le vie cittadine, con una Fiat Croma bianca. Sul posto, le volanti della Questura di Brindisi, coordinate dal dirigente Alberto D’Alessandro.

Immediatamente dopo, ore 18:30, un’altra rapina si è verificata ai danni di una tabaccheria del rione Perrino,rapina perrino in via Tevere. Anche in questo caso sono stati esplosi colpi d’arma da fuoco. Fortunatamente, tre militari dell’Arma sono riusciti ad intervenire (allertati dai colleghi della polizia), proprio mentre si stava consumando la rapina. Uno dei carabinieri ha sparato un colpo, raggiungendo al volto uno dei malviventi. Anche in questo caso, si tratterebbe di una ferita di striscio.

“Abbiamo consegnato alla giustizia due rapinatori – ha detto il Comandante dei Carabinieri, il colonnello Nicola Conforti, intervenuto nel rione Perrino – ora stiamo lavorando attivamente per ricostruire esattamente tutte le fasi dell’episodio ed intercettare il terzo uomo, che per adesso è sfuggito. Riteniamo che potrebbero essere gli stessi rapinatori entrati in azione nella gioielleria “Fischetti”. I tre delinquenti erano armati di fucile ed hanno esploso un colpo ai danni di una persona, durante la tentata rapina del centro”.

Tommaso Lamarina
Redazione

LASCIA UN COMMENTO