BRINDISI – Avanti, march!

Pur essendo decisamente proibitivo il cammino che dovrà percorrere l’Enel per agguantare l’ottava piazza, i ragazzi di Sacchetti dovranno comunque metterci tutto l’impegno ed anche di più.

A dieci giornate dal termine del campionato, il presidente Marino disse che quelle dieci partite sarebbero state dieci finali. Vero, ma forse la squadra ha poco recepito il messaggio del patron biancazzurro, vincendo appena tre gare su sei e le prossime quattro si prospettano largamente ostiche. Sì, perché Brindisi dovrà affrontare in sequenza Milano, Caserta, Capo d’Orlando e Venezia.

Al PalaPentassuglia arriveranno proprio i giganti dell’Olimpia, quei giganti a cui i brindisini seppero tenere testa sia nella partita di andata e, soprattutto, in quella di Coppa Italia, entrambe perse, ma con onore.

Ad oggi, Brindisi è sempre altalenante durante le partite, capace di vincerle tutte o perderle tutte. Questa volta ci sono anche i fantasmi a fare da ostacolo nella gara contro Milano. Perché, l’Enel arriva da due sconfitte perse di un solo punto, in cui avrebbe potuto tranquillamente portare a casa quattro punti. E’ soprattutto M’Baye a preoccupare. E’ vero che nella precedente partita ha segnato 29 punti, ma è anche vero che ha sbagliato i due tiri liberi decisivi proprio sul finale; errore figlio della partita antecedente con Sassari, costata cara all’Enel per un altro ‘infortunio’ del lungo.

Ad ogni modo, “non dovremo fare passi indietro – sottolinea il coach nella conferenza stampa di oggi – bensì migliorare individualmente e collettivamente. Avremo bisogno di aumentare considerevolmente il livello difensivo, limitando la loro transizione offensiva”.

Ma sono ancora gli infortuni ad impensierire l’ambiente biancazzurro. Infatti, Scott non si è allenato per tutta la settimana e proverà nel pomeriggio a disputare il suo primo allenamento; ma è in fortissimo dubbio. Cardillo ha ripreso a lavorare con la squadra, ma non è al meglio. Fermo ai box ancora Daniel Donzelli.

Infine, c’è l’incognita Samuels. Eroe nella partita d’esordio, deludente nelle altre due.

Insomma, tanti punti interrogativi sul sodalizio cestistico brindisino. Domani, ore 19:30, troveremo qualche risposta…

Intanto, nonostante le grane riguardanti l’ampliamento del PalaPentassuglia, domani si è registrato il tutto esaurito. Segno che i tifosi e la città sono attaccati a questo sport ed alla squadra.

Tommaso Lamarina
Redazione

LASCIA UN COMMENTO