Denunciate 4 persone per abbandono di persona incapace

LATIANO – I Carabinieri della Stazione di Latiano a conclusione  degli accertamenti, hanno deferito in stato di libertà per il reato di abbandono di persona incapace da cui è derivata una lesione personale, quattro persone operatori impiegati presso una Comunità riabilitativa assistenziale psichiatrica del luogo. In particolare, qualche giorno addietro una donna  in cura presso una comunità che accoglie in regime residenziale soggetti con disagio psichico,  inviati dai centri di salute mentale delle ASL, era giunta al pronto soccorso tramite il 118 dopo aver tentato il suicidio ingerendo detersivo contenente sostanza caustica. Gli accertamenti finalizzati ad individuare le motivazioni del gesto, e le eventuali responsabilità od omissioni degli operatori della struttura hanno documentato come i predetti, tutti presenti in turno nel giorno del tentato suicidio della donna, in concorso tra loro, non hanno adottato le cautele necessarie atte a preservare l’incolumità della paziente la quale ha tentato il suicidio ingerendo del detersivo non adeguatamente custodito. In sostanza alla luce delle dichiarazioni raccolte, dell’analisi dei fatti accaduti, le condotte poste in essere dagli operatori integrano il reato di abbandono di incapace da cui è derivata lesione personale per il quale si procede, dal momento che gli indagati in violazione dello specifico dovere giuridico di custodia e di vigilanza verso la paziente è risultato insufficiente proprio al fine di impedire che la stessa rimanendo da solo potesse farsi male.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO