Cia Due Mari dal prefetto di Brindisi: incontro cordiale, la mobilitazione continua

Un incontro cordiale e proficuo, quello organizzato stamane da Cia Agricoltori Italiani Puglia negli uffici del prefetto di Brindisi, la dottoressa Carolina Bellantoni.

CIA Due Mari, declinazione territoriale per l’area di Taranto e Brindisi, ha posto all’attenzione del prefetto un corposo documento volto ad affrontare le emergenze che stanno attanagliando l’agricoltura pugliese.

Crisi idrica, costo elevato ed ormai insostenibile delle materie prime, Xylella ed emergenza fauna selvatica ma non solo: Cia Due Mari, tramite il presidente Pietro De Padova, il direttore Vito Rubino, i componenti dell’esecutivo Dino Petruzzi e Luigi D’Amico e il vicepresidente vicario regionale Giannicola D’Amico, ha affrontato anche il delicato tema dell’importazione nel Brindisino di carciofi provenienti dall’Egitto e degli gli storni che continuano a fare razzia di olive in tutto il territorio, vanificando il lavoro e i sacrifici di centinaia di imprenditori agricoli pugliesi.

Dal canto suo, il prefetto Bellantoni si è detta disponibile a sposare le cause della Confederazione Italiana Agricoltori: lo farà, analizzando il documento e ponendo presto i punti salienti all’attenzione del presidente del Consiglio dei ministri Mario Draghi e del governatore della Regione Puglia Michele Emiliano.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO