OSTUNI – Nella catena di montaggio di Officine Tamborrino da settembre a dicembre si passerà dalla tempra dell’acciaio a quella delle culture condivise.

Per una serata al mese gli spazi di produzione prenderanno una forma inedita e spalancheranno le porte alla cultura grazie alla felice collaborazione con Librinfaccia, social book.

Tra macchinari e giganti coils di acciaio si assisterà alla trasformazione della fabbrica in luogo dove ascoltare e pensare, dove sviluppare attenzione e riflessione, dove scoprire e condividere storie.

Un luogo di lavoro e produzione dell’acciaio al mattino. Un luogo di lavoro e produzione di cultura alla sera.

“Poteri forti (o quasi)” di Ferruccio De Bortoli, “I fasciovegani” di Giuseppe Cruciani, “Disadorna” di Dario Franceschini e “Rinascimento” di Vittorio Sgarbi e Giulio Tremonti sono gli ospiti selezionati da Librinfaccia e che si alterneranno, nelle prossime settimane, in uno scenario unico per Ostuni e per la Puglia.

Appuntamento al 18 settembre ore 20,00 per la prima di “Libri in fabbrica” con “Poteri forti (o quasi)” di Ferruccio De Bortoli, dialogheranno con l’autore l’assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia Michele Mazzarano e il giornalista de “Il nuovo quotidiano di Puglia” Francesco Gioffredi.

La serata del 18 settembre prossimo sarà, anche, un’occasione utile per parlare della nuova legge regionale sulla rappresentanza di interessi e delle proposte di politiche pubbliche regionali per lo sviluppo delle imprese e del territorio pugliese.

L’organizzazione assicura una diretta live su fb grazie alla partnership con l’emittente locale Ostuni Notizie: #Librinfaccia #Librinfabbrica #OT #Poteriforti #Debortoli.

L’immagine di Librinfabbrica è curata dallo studio SugoSugo Studio.

Librinfaccia. Un evidente gioco di parole che prende spunto dalla traduzione letterale del più famoso social network del mondo per ridare vita e diffusione al libro. E soprattutto il suo nome allude dichiaratamente al metterci la faccia, metterci impegno, e passione.
Librinfaccia da oltre quattro anni seleziona e presenta libri che si articolano attorno alla cucina, ai giovani, alla politica, ai vizi e alle virtù del Paese.

Officine Tamborrino progetta e produce arredi in metallo per uso residenziale e per spazi aperti alla condivisione.Il brand esprime una sensibilità estetica e progettuale ispirata alla semplicità e alla linearità che ha caratterizzato il design italiano. La ricerca sui materiali ruota intorno alle applicazioni dell’acciaio nell’interior design e delle sue proprietà intrinseche di solidità, stabilità e leggerezza. Officine Tamborrino è laboratorio creativo che partendo dalla ricerca sulla materia e dalla competenza nella lavorazione dell’acciaio, sviluppa oggetti d’arredo unici ispirati ai valori della sostenibilità e della qualità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO